2013 + 1

+1

Il mio problema è stato sempre quello di voltarmi indietro, rischiando di sbattere contro qualcosa che c’è avanti.

Dopo un anno //intenso// mi viene naturale fare un resoconto delle cose che sono state e fare un passo indietro.
//so che non sarà la prima e ultima volta//

Non voglio parlare degli avvenimenti, //che penso chi segue il mio blog conosce// ma di quello che è avvenuto dentro gli avvenimenti.

Quanti periodi affrontiamo nella vita?
//è capitato anche a te che leggi//
Mi sembra più che altro una domanda retorica.
Ognuno sa – la risposta –
e ognuno risponde a modo proprio.
Dentro i miei avvenimenti c’è una frase che ho ripetuto per parecchio tempo e ho deciso che il mio 2013 sarà etichettato così:
Ho vissuto la logica dell’illogico

L’altra mattina, mentre passeggiavo tranquillamente, mi chiedevo che post potessi scrivere per “la fine dell’anno”.
Mi sono venute in mente un sacco di cose.
Non mi piace scrivere molto, non voglio annoiare.
Voglio solo dirvi questo:
Ho sempre pensato che è un giorno uguale a ieri e uguale a domani, ma solo con una cifra in più.
Una volta ho ascoltato questo: -” Anno nuovo vita vecchia” –
Nella vita, i cambiamenti non avvengono da un giorno all’altro in maniera repentina, ma avvengono giorno per giorno, pian piano, tassello su tassello.
Poi fortunato chi va a letto con “nulla” e il giorno seguente si sveglia con “tutto
….ma penso che ormai a questa storia non crede più nessuno….

Auguro a tutti voi una degna continuazione del 2013…sperando che le cose vadano come devono andare!

az_30x30

Advertisements

11 thoughts on “2013 + 1

  1. Azzo … direi che i grandi pensatori si siamo shock(ati) mentre ti guardavano scrivere questo post ! O_o
    e come diceva il grande e mio amato Gaber : “l’illogica allegria”
    *mi sa che tutta la mia vita sia illogica … e la logica c’è anche in questo ;D
    -buon tutto anche a te Anto!-

    • è vero!
      Passo dopo passo – qualcosa può succedere.
      Alcuni anni sono noiosamente statici nella dinamicità del tempo…altri invece sono dinamici nella staticità del luogo! In tutto questo miscuglio siamo costretti comunque ad accettare le cose come devono andare! 🙂
      Buon 2013+1 anche a te!

  2. quanta verità
    la gradualità, il lento lavorio quotidiano è la norma, più delle repentine rivoluzioni dalla sera alla mattina.
    Se ne ho la possibilità mi piace usare (senza obbligo!) questa ricorrenza collettiva e codificata, , il “Capodanno” come un varco, come un rito. Come cerimonia che celebra il transito, l’impermanenza, il rivolgimento.

    un saluto
    K.

    • Si…vediamolo come un varco, come un tunnel o come invece il semplice scorrere del tempo….dal tramonto all’alba come la nascita di un qualunque giorno…di un qualunque +1

  3. Ciao, bello il tuo blog. Finalmente parole sensate. Ti auguro tutto ciò che desideri, amore, serenità, spensieratezza, concretezza, salute, allegria, risate e quella vena artistica di pazzia
    che non ti manca. Un saluto affettuoso dagli artisti Cristina con Giangi e Cristiano da Parma

    • Ciao Cristina! Intanto ti ringrazio di esserti soffermata nel mio blog e sono felice che in tutta questa illogicità hai trovato qualcosa di sensato!:)
      Vi saluto anche io dal salento e chissà…magari ci si becca a qualche mostra… 😉
      Il mondo è talmente piccolo….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...